RICETTE ELETTE

Sapori e ricordi speciali con le rolatine di nonna Paolina

Volete cucinare con noi? Provate e siamo certi che ci ringrazierete. Fateci sapere scrivendo le vostre impressioni nello spazio a voi riservato in questa pagina o sulla pagina Facebook

In un momento storico nel quale la carne era un lusso, se ne mangiava poca e magari la domenica, nelle frugali cucine non era difficile, men che meno raro, incappare in ricette che pur facendo sembrare ricco il piatto di carne, in realtà ne contenevano poca.

Nell'immediato dopoguerra, in città si iniziavano a ritrovare generi alimentari con una certa facilità e mio papà ricorda quanto fosse difficile procurarsi materie prime da consegnare nelle mani della sua mamma Paolina per arrivare a nutrirsi in modo adeguato soddisfacendo anche un certo gusto. La mia mamma invece sfollata in val di Susa, non ricorda di aver patito la fame dato che latte, formaggio, uova e un po' di frutta e verdura dell'orto dei suoi zii non vennero mai meno.

La lunga premessa serve a introdurre una ricetta che a casa nostra non manca di riportare a graditi ricordi perché ognuno di noi la lega a episodi e ad affetti oramai lontani nel tempo ma non scordati.

Le rolatine di nonna Paolina

Una fettina di carne a testa delle dimensioni di 25 per 10 cm, un uovo sodo sgusciato, due fette di pancetta arrotolata. Un pochino di rosmarinoSul tavolo ben pulito disponete le fettine una accanto all'altra, sopra ognuna le due fette di pancetta e sopra disponete un uovo sodo intero perpendicolare alla fettina. Sopra l'uovo sodo un pizzichino di sale e due aghetti di rosmarino .

Ora arrotolerete la carne facendo in modo da rinchiudere per bene l'ovetto. Col filo da cucina chiuderete ogni singolo arrostino e lo cuocerete per una mezzoretta a fuoco medio in un po' di olio e di burro in una padella che ci tenga di misura le rolatine curando di girarle e rigirare . Al caso potreste sfumare con un mezzo bicchierino di vino bianco secco. Appena finita la cottura, levate il filo lasciate riposare cinque minuti poi tagliate a metà ciascuna rolatine e portate in tavola.

A noi piace la purea di patate insieme, ma anche una fresca insalatina tenera o i sarsèt andrà molto bene.

RENATA DANIELI

Categoria: