IL CASO

Ex Moi: clandestini di nuovo nei sotterranei dopo lo sgombero?

I residenti hanno notato luci accese, gente che arriva con scatoloni... Il progetto di rinascita dopo lo sgombero è già fallito?

TORINO. Era il 21 novembre scorso quando le cantine di Via Giordano Bruno erano state liberate a seguito di varie trattative con gli occupanti dell'ex Moi.

Era il progetto di ricollocamento dei profughi dell'ex Moi del Comune, Diocesi e Compagnia Sanpaolo. Sono passati pochi mesi da quella data ed ora i residenti del quartiere segnalano il ritorno dei migranti nei sotterranei.

Alessandro Lupi, consigliere della circoscrizione 8, racconta che i primi segnali di una nuova occupazione sono arrivati dalla scorsa settimana: la luce va e viene, i ragazzi che arrivavano con i carretti pieni di scatoloni li portano nei sotterranei. I residenti del quartiere si sentono ora "traditi" dalle istituzioni. Il presidente della circoscrizione Ricca dice che tutto sta tornando come prima nonostante i soldi spesi. Il progetto (ndr) è quindi fallito?

FEDERICA FULCO

Categoria: