IL CASO

Roghi abusivi: un arresto al campo Rom di via Germagnano

I carabinieri fermano cittadino romeno residente nella parte abusiva in zona Amiat. E intanto macabro ritrovamento su Strada Aeroporto: la carcassa di un cavallo mutilato

TORINO. È stato arrestato dai carabinieri un uomo con l'accusa di combustione illecita di rifiuti. L'uomo è un cittadino romeno di 54 anni che abitava nella parte abusiva lato Amiat in Via Germagnano. È stato fermato dai militari di Oltre Dora.

A fine settembre il Ministro dell'interno Minniti, aveva segnalato i pericoli dei roghi tossici in città principalmente a Roma, Napoli, in parte Torino e aveva annunciato l'intenzione di mettere in campo misure di carattere straordinario di controllo del territorio d'intesa con i comuni interessati. Questo annuncio avveniva di fronte alla commissione di inchiesta sulla sicurezza e sullo stato di degrado delle città e periferie.

Sempre nella giornata di martedì, nei dintorni del campo nomadi di Strada Aeroporto, è stata trovata una carcassa di un cavallo: senza occhi, senza coda e genitali. Il comandante Ferdinando Minello, del comando dei vigili di Via Bologna, dichiara: "È una vicenda allucinante, vogliamo capire chi sono gli autori e denunciarli alla procura". I cittadini sono disgustati da questo scempio.

FEDERICA FULCO

Categoria: