CICLISMO

Giro d'Italia 2018: in Piemonte tre tappe di montagna decisive

Un arrivo a Prato Nevoso, poi la tappa da Venaria a Bardonecchia e infine quella che da Susa porterà a Cervinia. Saranno momenti intensi

TORINO. Tre tappe in Piemonte nel prossimo Giro d'Italia. E tre tappe non secondarie. Anzi, si giocherà probabilmente qui buona parte dell'esito finale della gara. Alla presentazione della 101a edizione della corsa in rosa, avvenuta ieri a Milano, è stata svelata la partenza da Israele per una passerella conclusiva Roma, ma anche i tre tapponi alpini prima del gran finale che secondo gli esperti deciderà il destino della gara.

Il primo appuntamento sulle salite del Piemonte è in programma il 24 maggio del 2018 con partenza da Abbiategrasso e arrivo ai 1600 metri di Prato Nevoso: quasi 200 km, tra percorsi pianeggianti tra Pianura Padane e Laghe con salita "secca" finale. Il giorno dopo si parte dalla Reaggia di Vanaria e arrivo a Bardonecchia: con 4 gran premi della Montagna con salite lunghe e impegnative. Dopo il Colle del Lys si affronta il Colle delle Finestre (Cima Coppi) con i sui 9 km sterrati. L'arrivo questa volta non è a Sestrière dove si transiterà, ma a Bardonecchia (Jafferau) dopo 7 km di salita al 9%. Ultimo giorno in Piemonte il 26 maggio da Susa a Cervinia: prima un percorso di pianura, poi tre salite impegnative in Valle d'Aosta l'inedito Col Tsecore, San Pantaléon e Cervinia senza un metro di respiro.

GIULIO VERDE

Categoria: